Il caricabatterie wireless: caratteristiche principali

Le industrie produttrici di accessori per dispositivi mobili, grazie ai passi da gigante effettuati in campo scientifico e tecnologico, sono in grado di presentare un innovativo caricabatterie wireless. Questo incredibile prodotto, senza utilizzare cavi elettrici, può ricaricare smartphone e tablet in poche ore sfruttando l'induzione elettromagnetica.

 I più popolari

caricabatterie wireless RAVPower®La sfida che da anni impegna le case produttrici di accessori per dispositivi elettronici riguarda, senza alcun dubbio, la volontà di aumentare l'autonomia di smartphone e tablet anche lontano da casa. Per raggiungere questo scopo, ingegneri e ricercatori scientifici stanno cercando di utilizzare tutte le conoscenze in loro possesso. In questo senso tutti i processi chimici e i fenomeni fisici legati al discorso energetico vengono studiati perché possano trovare una applicazione nella quotidianità grazie ai progressi offerti dalla tecnologia. Così, dopo aver commercializzato utili Power Bank per ricaricare il proprio device lontano da casa, ora l'industria legata al settore dell'elettronica di consumo ha immesso sul mercato una nuova tipologia di accessori: i caricabatterie wireless. Questi particolari prodotti, attraverso complessi meccanismi interni, sfruttano l'induzione elettromagnetica e trasmettono carica energetica alle batterie di tablet e smartphone. Questo processo non necessita di collegamenti attraverso cavi elettrici, ma si basa unicamente sulla vicinanza fra il caricabatterie e il dispositivo elettronico.

I migliori caricabatterie wireless a colpo d'occhio

Nome del prodotto  Recensioni  Prezzo
1. RAVPower® RP-WCN7 caricabatterie wireless 
4,6 su 5 stelle
da 26,99€
2. Portatile mini wireless Qi Power 
4,6 su 5 stelle
da 17,99€
3. Nokia® caricabatteria wireless 
4,6 su 5 stelle
da 45,31€
4. XCSOURCE portatile mini wireless Qi Power 
4,6 su 5 stelle
da 19,99€
5. CHOETECH standard Qi 
5 su 5 stelle
da 26,98€

Come funziona un caricabatterie wireless?

caricabatterie wireless CHOEI caricabatterie wireless utilizzano l'induzione elettromagnetica per caricare le batterie di smartphone e tablet. È una stazione di caricamento che trasmette energia elettromagnetica, attraverso un accoppiamento induttivo, ad un dispositivo elettronico che, a sua volta, trattiene l'energia immagazzinandola nel proprio accumulatore. Questo trasferimento di carica energetica non ha bisogno di utilizzare cavi o fili elettrici, ma avviene unicamente attraverso la vicinanza fra l'induttore e il terminale mobile. Lo smartphone, infatti, deve essere assolutamente appoggiato sulla apposita basetta del caricatore che, a sua volta, deve essere collegato ad una fonte energetica per poter funzionare. A questo punto, senza dover impostare alcune funzione, il caricatore wireless provvederà a caricare la batteria del dispositivo elettronico. Per comprendere l'esatto funzionamento di questo accessorio dobbiamo prendere in considerazione il funzionamento di un trasformatore. Questo crea corrente grazie a due bobine (induttori) contenute al suo interno. Allo stesso modo il caricatore wireless, grazie alla vicinanza fra la sua bobina interna e quella del dispositivo elettronico, azionando un campo magnetico, riesce a generare un passaggio di corrente che poi viene trasmessa all'accumulatore. Esistono, tuttavia, delle condizioni che limitano l'uso di questo accessorio: smartphone e tablet, infatti, devono possedere una cover che permetta la transizione della energia elettromagnetica. Alcuni dispositivi Nokia, come ad esempio il Lumia 920, dispongono già di una siffatta cover, per altri, invece, è necessario acquistarla. Oltre a ciò è bene precisare che non esiste una unica tecnologia in grado di ricaricare per induzione. Si parla di ben tre diversi sistemi:  Qi,  A4WP (Alliance for Wireless Power) e  PMA (Power Matters Alliance) di Powermat. Dunque, una tecnologia potrebbe essere compatibile con un dispositivo ma non con l'altro. A tal proposito è opportuno che l'utente reperisca le informazioni necessarie per non acquistare un caricatore wireless non adatto alle sue esigenze. Attualmente il sistema Qi è il più utilizzato ma sembra che le aziende produttrici stiano puntando sul PMA per il futuro.

In quali situazioni è opportuno utilizzare il caricatore wireless?

Esistono situazioni tipiche che rendono l'uso del caricabatterie wireless particolarmente vantaggioso. Del resto il fatto di non dover continuamente cercare fili elettrici per collegare il dispositivo elettronico permette di risparmiare tempo e creare meno confusione sulla postazione di lavoro.

  1. Chi svolge la maggior parte del suo lavoro sulla scrivania trova nel caricatore wireless un utile alleato. Professionisti come avvocati, notai, web designer, architetti, ma anche segretari e blogger utilizzano questo accessorio per la sua estrema praticità.
  2. Gli studenti che passano ore e ore seduti sulla scrivania di casa per studiare e prepararsi agli esami possono comodamente depositare il loro smartphone sul caricatore ad induzione posto accanto a loro. Un piccolo gesto, dunque, basterà per ricaricare il loro dispositivo elettronico
  3. Perché riempire l'abitazione di inutili cavi elettrici se è possibile ricaricare il proprio smartphone o tablet senza? Per ogni dispositivo sembra esserci un cavo diverso, ma ora, grazie a questo rivoluzionario accessorio, potremo lasciare i fili nel cassetto e ricaricare liberamente il nostro dispositivo mobile sul comodino della camera, sulla scrivania o sul tavolo mentre si guarda la TV.
  4. Chi possiede tanti dispositivi elettronici può contare sulla universalità del caricatore wireless per mantenere tutti questi terminali sempre carichi. Senza dunque dover utilizzare i cavi elettrici, e potrebbero essere anche tanti, si potrà alternare i vari dispositivi sul caricabatterie con estrema praticità. Questo accessorio evita inoltre che il continuo utilizzo dei cavi possa logorare o rompere l'ingresso USB posto sul nostro dispositivo elettronico.

Discussioni e controversie sull'utilizzo del caricabatterie wireless

caricabatterie wireless XCSOURCECi sono parecchi utenti, tra i possessori dei più comuni dispositivi elettronici mobili, che storcono il naso quando si parla della utilità di un caricabatterie wireless. Del resto questo accessorio durante la fase di carica, non permette di utilizzare il terminale che sta assorbendo energia, in quanto non è possibile allontanarlo dalla fonte ad induzione elettromagnetica senza che smetta di ricaricarsi. Questo fatto, a detta di molti, ne limita enormemente l'uso. Normalmente tutti i dispositivi che funzionano attraverso una tecnologia wireless regalano una maggiore possibilità di movimento durante l'uso, così non è il caricabatterie e questo non piace. Al contrario chi svolge una attività sedentaria trova che questi caricatori wireless siano particolarmente pratici, basta infatti appoggiare il terminale mobile sopra di essi per procedere alla ricarica. Certamente, il fatto che attualmente non tutti gli smartphone e i tablet siano dotati di una cover che permetta la ricarica wireless sta incidendo negativamente sulla diffusione di questi accessori, ma nel prossimo futuro, questa tecnologia sembra poter regalare grandi soddisfazioni come sta avvenendo, ad esempio, con il caricabatterie solare.

 I marchi più popolari

Anker
EasyAcc
RAVPower
Aukey